Recupero metalli non ferrosi quali alluminio, rame e indotti.

Dai rifiuti speciali in ingresso, RMB recupera metalli non ferrosi come alluminio, rame e indotti per la quale, successivamente, viene predisposta la Certificazione di Conformità alla norma UNI dell’Alluminio.

Italiano English Française Deutsch
download autorizzazioni
RICHIEDI INFORMAZIONI »
Metalli non
ferrosi
recupero metalli non ferrosi
recupero lattine

Si tratta delle frazioni (alluminio, piombo, rame, ottone, zinco, leghe diverse etc.) selezionate mediante trattamento meccanico di vagliatura, correnti indotte, selezione ottica, flottazione e cernita. L’origine di questa tipologia di rifiuti può essere ricondotta a qualsiasi partita di rifiuti in ingresso contenente frazioni di metallo non ferroso quali ad esempio: rifiuti contenenti metalli derivanti dalla frantumazione, imballaggi metallici in alluminio, ceneri pesanti, rifiuti da demolizione, ecc.

Qualora le frazioni di alluminio selezionato, a seguito delle operazioni di affinamento, siano rispondenti ai criteri del Reg. 333/2011/CE, secondo le procedure certificate disponibili, esse cessano la qualifica di rifiuto e viene predisposta la Certificazione di Conformità alla pertinente norma tecnica UNI dell’Alluminio.

recupero rame, alluminio, metalli misti
GLI IMPIANTI PRODUTTIVI

impianti a tecnologia articolata per separare le diverse frazioni dei metalli

(ferrosi e non ferrosi) e valorizzare i rifiuti in ingresso.

I MATERIALI

recupero e valorizzazione dei rifiuti, in particolare dei metalli:

core business di RMB da oltre 30 anni

RMB E
L'AMBIENTE

RMB è iscritta nella White List come azienda virtuosa grazie al Sistema Integrato per la qualità, al Codice Etico, all'adozione del modello di Organizzazione, gestione e Controllo del D.L. 231/2001.

linkedin